Secondo un articolo pubblicato da Il Sole24Ore è possibile vivere di rendita avendo un capitale di un milione di euro investito nel settore immobiliare. Bisognerà scegliere il mix di portafoglio immobiliare giusto per garantire una rendita vitalizia, fornita dai canoni di locazione.

Lo studio fatto da  Il Sole24Ore in collaborazione con Scenari Immobiliari ha elaborato una serie di mix di investimenti che ci permette di andare in pensione con una rendita senza dover contare sugli anni di contributi versati, l’età anagrafica o gli assegni di Enti e Casse.

In America sta prendendo sempre più piede l’idea di cambiare stile vita: molte coppie scelgono di vivere fino ai 40 anni risparmiando molto e dopo aver accantonato una modesta somma di capitale decidono di unirla ad esempio al ricavato da una vendita di un immobile di proprietà o ad una eredità, ottenendo così il tanto agognato milione di euro da investire per creare la rendita vitalizia.

A questo punto, bisogna solo trovare il giusto mix di investimenti per ricavare una rendita dal nostro capitale: quando i portafogli immobiliari sono esclusivamente investiti in Italia è realistico pensare di ottenere rendimenti variabili tra i 75.000 e gli 80.000 euro annui; nel caso invece si decida di investire anche all’estero, questi possono aumentare fino ai 90mila euro annui.

Stiamo parlando di profitti mensili compresi tra i 5.800 – 7.500 euro a fronte dei quali c’è un portafoglio immobiliare che, nel lungo periodo, tiene al riparo dall’inflazione.

Nello schema, possiamo vedere alcune ipotesi di diversificazione dei portafogli immobiliari:

Un portafoglio al 100% italiano potrebbe essere : 474mila euro in un laboratorio di 632 mq nella periferia di Bologna, un negozio di 68mq nel semicentro di Milano e un negozio di 88mq in centro a Firenze. La rendita annua sarà in questo modo di 77.110 euro. Un altro portafoglio è composto da 750mila euro investiti in un laboratorio di 600 mq in zona Tiburtina a Roma, un negozio di 67 mq in centro a Napoli e un ufficio di 60 mq nel Gallaratese (Milano), a cui si associa una rendita da locazione annua di 80.750 euro.

Lisbona, Nizza e Parigi costituiscono il portafoglio estero più prudente, con rendita annua di 60mila euro: nella capitale portoghese si compra un appartamento di 50 mq nel Barrio Alto per 185mila euro, a Nizza zona Vernier un appartamento di 50 mq per 235mila euro e nella Ville Lumiére un monolocale di 39 mq per circa 580mila euro. Gli amanti della Spagna possono invece puntare su Valencia (appartamento di 70 mq per 245mila euro), Barcellona (negozio di 50 mq nel Barrio Gotico per 415mila euro) e Maiorca (bar di 65 mq a Es Trenc per 338mila euro), per ricavarne una rendita annua di 77mila euro. Con Guanacaste in Costa Rica (160 mq per 368mila euro), Paradise Island nelle Bahamas (75 mq per 360mila euro) e Antigua (Caraibi, 60 mq per 270mila euro) ci si garantisce poi una rendita, secondo Scenari Immobiliari, di 90mila euro l’anno.